Come usare lo zafferano in stimmi interi

Aggiornato il: 6 mar 2020

Lo zafferano è un'antica spezia originaria dell'Asia Minore, introdotta in Europa dagli Arabi intorno al VII secolo. Questa spezia si ottiene dall'essiccazione degli stimmi del Crocus sativus.

Lo zafferano in stimmi interi a differenza di quello in polvere, garantisce la purezza della spezia. Può accadere infatti che, nelle bustine di zafferano in polvere, all'interno ci siano anche altre spezie, come Cartamo o Curcuma, utilizzate per tagliare lo zafferano. Questo spiega anche la differenza di prezzo tra lo zafferano in polvere ed quello in stimmi.


A differenza delle spezie in polvere, gli stimmi interi di zafferano vanno posti in infusione in liquido caldo, prima di essere adoperati. E' possibile utilizzare acqua, brodo o latte da versare in un contenitore di piccole dimensioni (es. una tazza da caffè); gli stimmi devono permanere in infusione per almeno 30 minuti, avendo l'accortezza di coprire il tutto per mantenere il calore. Una volta raggiunto un colorito giallo intenso, il nostro infuso di zafferano sarà pronto per essere aggiunto alla pietanza, meglio a fine cottura, per evitare che le alte temperature ne danneggino il gusto e gli aromi volatili.


Dosi:

Mediamente si considerano 6/7 stimmi a persona, da mettere in infusione in 25 ml ca di liquido caldo.

N.B. Attenzione, spesso gli stimmi si ritrovano uniti alla base in gruppi da 3.


A questo punto.....bon appétit!

18 visualizzazioni0 commenti